Stereotipi di genere e giovani, cosa ne pensano?

In occasione della Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne, l’organizzazione Internazionale “Save the Children” ha pubblicato i risultati di un’indagine svolta da Ipsos (società multinazionale specializzata in ricerche di mercato) incentrata sugli stereotipi di genere presenti tra i giovani in Italia.

L’indagine è stata effettuata su un campione di ragazzi e ragazze di età compresa tra i 14 ed i 18 anni, tutti residenti in Italia.

Agli intervistati è stato chiesto di rispondere se sono d’accordo o meno con diverse affermazioni, vediamone alcune:

  • Le ragazze possono contribuire a provocare la violenza sessuale con il loro modo di vestire e/o di comportarsi.

La percentuale di chi è d’accordo con questa affermazione è piuttosto bassa ma sicuramente non trascurabile, specie nei maschi, in quanto il 15% di questi è convinto della veridicità di questa affermazione contro il 9% delle femmine.

  • Una ragazza che subisce violenza sessuale quando è ubriaca o sotto l’effetto di droghe in parte è responsabile.

Anche qui vediamo dei dati molto simili a quelli del quesito precedente, il 16% dei maschi ed il 10% delle femmine è d’accordo con questa affermazione che colpevolizza le vittime di questo terribile gesto.

Proseguendo con la visione dei dati possiamo anche notare come il 70% delle ragazze intervistate abbia dichiarato di aver ricevuto almeno una volta molestie o apprezzamenti sessuali per strada, il 64% si sono sentite a disagio da “attenzioni” ricevute da un adulto ed in fine il 31% ha dichiarato di essere stata palpeggiata da sconosciuti in luoghi affollati, per esempio in autobus.

Di queste ragazze, circa il 30% ha dichiarato inoltre di non aver reagito in seguito a tali eventi perchè aveva paura di una reazione da parte dell’altra persona ed il 20% ha dichiarato di non aver reagito per vergogna, un dato che ci sembra piuttosto grave in quanto lascia trasparire la paura di molte giovani ragazze davanti a certi gravi avvenimenti.

Il 10% delle ragazze ha inoltre dichiarato di aver subito minacce di vendetta da parte di un partner che avevano lasciato. Questo dato dovrebbe far molto riflettere, già nella fascia tra i 14 ed i 18 anni 1 ragazza su 10 è stata minacciata da un ex partner per via di una rottura.

Il 63% delle ragazze che hanno partecipato a questo studio ha dichiarato che secondo loro in Italia si parla ancora troppo poco della violenza sulle donne, più di 6 su 10 quindi, un numero notevole che dovrebbe far riflettere le Istituzioni.

Il 34% pensa che gli episodi di violenza si svolgano principalmente tra le mura domestiche, il 29% nei luoghi pubblici come strade e parchi, il 25% in discoteca e nei locali ed un 3% ed un 1% rispettivamente sul luogo di lavoro e a scuola. Il restante 7% ha dichiarato di non sapere.

Un altro dato piuttosto inquietante è quello relativo all’essere testimoni di un episodio di violenza subito da un’amica, il 17% dei maschi ed il 19% delle femmine da dichiarato di essere stato testimone di un atto di violenza subito da un’amica.

Di questo il 9% ha affermato di non aver fatto nulla per paura ed un altro 9% di non aver ritenuto necessario un intervento.

Come afferma la stessa Save the Children è cresciuta nel corso degli anni la consapevolezza rispetto a questo delicatissimo tema ma c’è ancora tantissimo da fare perchè sono ancora troppe le vittime di violenza nel nostro Paese.



Torna su