Bonus baby sitter: cos’è e come presentare la domanda

BONUS BABY SITTER 
Dal 20 maggio è possibile fare domanda per i 1.200 euro per il bonus per la baby sitter che possono essere utilizzati anche per pagare i centri estivi che riapriranno a partire dal 15 giugno.

A CHI SPETTA I BONUS BABY SITTER? 
Il bonus Inps 2020 per i servizi di baby sitting o centri estivi spetta alle seguenti categorie:
– dipendenti del settore privato,
– lavoratori iscritti alla Gestione separata,
– lavoratori autonomi,
– medici,
– infermieri,
– tecnici di laboratorio biomedico,
– tecnici di radiologia medica,
– operatori sociosanitari,
– personale del comparto sicurezza,
– difesa e soccorso pubblico impiegato per le esigenze connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19.

REQUISITI
– Alla data del 5 Marzo il minore non deve aver compiuto 12 anni
– il genitore beneficiario dell’agevolazione deve convivere con il minore.
– nessuno dei genitori deve beneficiare di strumenti di sostegno al reddito.
– nel nucleo familiare non deve esserci altro genitore disoccupato o non lavoratore.
– il richiedente non deve usufruire del congedo parentale.

COME PRESENTARE LA DOMANDA
Per richiedere il contributo bisogn presentare la domanda bonus baby sitter all’Inps attraverso una delle seguenti modalità:
online, attraverso l’applicazione web disponibile sul portale web dell’Inps. Per facilitare l’accesso della domanda online si può accedere al modulo telematico direttamente dalla home page del sito Inps;
– rivolgendosi al Contact Center Inps, contattando il numero verde gratuito da rete fissa 803.164 o, da rete mobile, il numero a pagamento 06 164.164;
– rivolgendosi ai servizi gratuiti offerti dai patronati.

 
Torna su